Come prima cosa per preparare le nostre deliziose polpette di spinaci e ricotta prendiamo una casseruola capiente dove faremo scaldare l’olio, aggiungiamo dunque lo spicchio d’aglio e gli spinaci, che avremo precedentemente lavati e asciugati.

Cuociamo dunque gli spinaci su fiamma alta per circa 6 minuti, facendo attenzione a mescolarli molto spesso per non farli attaccare sul fondo.

Nel mentre che gli spinaci cuociono prepariamo il necessario per l’impanatura, prendiamo quindi due ciotole, in una verseremo l’uovo con un po’ di sale, di pepe e sbatteremo il tutto in modo energico, nell’altra verseremo invece il pangrattato.

Gli spinaci saranno dunque cotti, rimuoviamo l’aglio e facciamo scolare gli spinaci in un colino, fino a chè non diventeranno freddi, schiacciamoli ogni tanto con un cucchiaio per rimuovere l’acqua in eccesso. Quando gli spinaci saranno freddi tagliamoli in modo grossolano.

Prendiamo, poi, una ciotola capiente dove verseremo la ricotta e la andremo a mescolare con una frusta, aggiungiamo quindi gli spinaci, il formaggio, precedentemente grattugiato, aggiustiamo di sale e pepe e mescoliamo in modo energico il tutto.

Quando tutti gli ingredienti saranno assorbiti aggiungiamo il pangrattato per dare un po’ più di consistenza e croccantezza alle polpette e mescoliamo molto bene il composto.

Dedichiamoci, poi, alla preparazione delle polpette, prendiamo un po’ di impasto, all’incirca 20 g e lo andiamo a modellare con le mani fino ad ottenere una bella pallina, passiamole poi nell’uovo, precedentemente sbattuto, e successivamente nel pangrattato.

Dopo averle passate nel pangrattato adagiamole su una leccarda rivestita con un foglio di carta forno, cuociamo dunque le polpette di spinaci e ricotta in forno statico già caldo per circa 20 minuti.

Le nostre polpette di spinaci e ricotta sono ora pronte per essere servite

Come conservare le polpette:

Potete conservare le polpette per un massimo di 2 giorni nel frigorifero, in un contenitore con chiusura ermetica, vi consigliamo di scaldarle nel forno normale oppure in quello a microonde prima di servirle.