Esistono due diverse metodologie per preparare il negroni, si può preparare direttamente nel bicchiere oppure nel mixing glass, in questa ricetta troverete entrambe le versioni.

Come prima cosa per preparare il nostro delizioso negroni prendiamo un tumbler basso oppure un bicchiere basso ma largo e lo andiamo a raffreddare con abbondante ghiaccio.

Quando il bicchiere sarà ben freddo andiamo a rimuovere l’acqua in eccesso e aggiungiamo il campari, il gin e infine il vermouth, misceliamo molto bene il tutto per diluire il nostro cocktail e aggiungiamo ancora un po’ di ghiaccio prima di servirlo

Secondo metodo

Andiamo a preparare il secondo metodo utilizzando un mixing glass oppure se non lo possedete a casa andrà benissimo anche uno shaker.

Raffreddiamo quindi molto bene il nostro mixing glass e andiamo a rimuovere l’acqua in eccesso, aggiungiamo il campari, il gin e il vermouth rosso, misceliamo bene il tutto e utilizzando uno strainer andiamo a trasferire il nostro negroni in un tumbler basso, precedentemente raffreddato.

Preparando il cocktail utilizzando un mixing glass otterremo un cocktail molto più diluito e quindi meno forte al palato. Il nostro cocktail è quindi pronto per essere servito decorato con una fettina di arancia oppure limone.

Curiosità sul negroni:

Il Negroni è diventato un’icona nel mondo del bartending, ispirando baristi a creare molte varianti e reinterpretazioni di questo classico cocktail, come il negroni sbagliato dove il gin viene sostituito con lo spumante o prosecco, creando un cocktail più leggero e frizzante..

Il Negroni è stato menzionato e consumato in vari film e libri. La sua presenza in opere come “Sprezzatura: 50 Ways Italian Genius Shaped the World” di Peter D’Epiro testimonia la sua influenza culturale.

Il Negroni ha guadagnato una popolarità globale ed è diventato un simbolo dell’arte del cocktail italiano, apprezzato in molte parti del mondo.